Seguici

Calcio

Quel sacro fuoco rossonero: le vite parallele di Rino e Sandro, dentro lo stesso 8

Il gol del lodigiano nella Roma biancoceleste ha fatto riaffiorare alla mente la rete del centrocampista di Corigliano Calabro a Torino nel 2011 contro la Juve, squillo che lanciò i rossoneri verso l’ultimo titolo. Cose che succedono solo nel tessuto sportivo ed umano di quella maglia numero 8…

Pubblicato

il

Se fosse ancora vivo Plutarco di Cheronea, avrebbe di sicuro e con il suo zelo descrittivo aggiornato le sue “Vite Parallele”, dopo i confronti tra Alessandro e Cesare, Epaminonda e Scipione l’Africano ci sarebbe stato un capitolo nuovo, inedito, incentrato sui nostri giorni ed avrebbe trattato le vicende di Gennaro Ivan Gattuso da Corigliano Calabro e Sandro Tonali da Lodi, il rossonero.

In attesa che i ginnasiali del futuro leggeranno, accanto alle gesta di Demostene e Cicerone anche delle imprese di Gattuso e Tonali, sorprende quello che sta accadendo nei gangli della maglia numero 8, oggi casacca di Sandro e stessa toga della fatica, che nel recente passato, appartenne a Rino.

Appena il talento classe 2000 approdò al Milan, nell’estate del 2020, fece una cosa, anzi una chiamata: “Rino piacere sono Sandro, potrei indossare la numero 8 che tu hai così tanto onorato al Milan?”.

Prima di riuscire ad entrare nei cuori, aveva bisogno del lasciapassare di Ringhio: questa chiamata fu la chiave.

Tonali era entrato, in punta di piedi e con l’imprimatur di un mito del Milan, nell’universo rossonero.

Un anno, lo scorso, a prendere le misure, a mangiare il pane duro, perché il caviale, in questo club, mica te lo danno subito, anche se i paragoni e gli attestati di stima parlano per te, vale sempre il giudizio del campo e sul campo, spesso, Sandro non riusciva ad esprimersi, ai livelli che desiderava.

Il primo a capirlo, fu lui, che nell’ultima estate fece una cosa per cambiare in toto, direzione: si ridusse l’ingaggio, altro gesto di svuotamento: a lui interessava solo riempirsi e riempire di rossonero.

Poi dopo questo passo indietro, arrivò l’ultimo giro d’orologio della gara contro la Lazio all’Olimpico, domenica sera.

Prima della partita Olimpia, l’aquila, aveva fatto i suoi alti giri. Ad inizio match, pronti via e sull’asse Milinkovic – Immobile, la Lazio aveva morso per prima.

Ma in seguito, l’olio di gomito di Leao unito all’estirada di Giroud, avevano riportato il Milan a galla.

Mancava qualcuno, mancava qualcosa a Pioli perché la serata fosse completa e senza nessun amaro in bocca.

Quel qualcosa era il raddoppio, quel qualcuno si chiamava Tonali. Ibra, di testa con la giustezza potente e disarmante della giocata di cortile, offriva a Sandro un uovo di Pasqua postdatato.

Sandro doveva solo aprirlo, pescare la sorpresa e correre a perdi fiato.

Controllo di ginocchio, alla calcio tennis, e giù un destro risolutore morbido e basso.

La corsa poteva iniziare, e mentre la maglia 8 cadeva dal suo corpo, sanamente inchiodato da peana liberatori della Sud, giunta massicciamente a Roma, la stessa camiseta 8 andava a rivestire, in un gioco di vorticosi rimandi, Rino Gattuso.

5 marzo 2011, il Milan soffriva all’Olimpico contro la Juve (lo Stadium era ancora di là da venire e sarebbe sorto pochi mesi dopo). Ma un acuto di Gattuso, trafisse Buffon e regalò ai rossoneri non solo i tre punti ma una enorme fetta di scudetto, che poi la matematica decretò il 7 maggio grazie allo 0 a 0 a Roma contro i giallorossi.

Gattuso era alla fine della sua lunga militanza milanista, il suo addio al Milan sarebbe infatti arrivato al termine della stagione seguente, nel 2012.

Tonali è agli inizi del suo rapporto con il club italiano più titolato d’Europa.

Ma la maglia è la stessa. Quella maglia. La 8, un unico sacro fuoco, che prima divampava in Rino ora infiamma Sandro.

Si, Plutarco dovrebbe decisamente aggiornare le sue Vite Parallele

 

Foto tratta da pixabay.com




SEGUICI ANCHE SU: Instagram @oggisport | X OggiSportNotiz2 | Facebook @oggisportnotizie | Telegram OggiSportNotizie | Youtube @oggisportnotizie


Pubblicità

Facebook

ACF Fiorentina ac milan ac monza AIA allegri Altro Calcio Ascoli Calcio 1898 AS Roma atalanta basket calcio femminile Calcio Internazionale calciomercato champions league conferenza stampa Coppa Italia curiosità Designazione Arbitrale Europa League Frosinone Giudice Sportivo Hellas Verona Inter FC inzaghi italia Juventus FC Nazionale news numeri pallavolo press conference probabili formazioni Programma Gare Qatar 2022 roma scherma Serie A Serie B serie D spalletti SSC Napoli ss lazio Tennis US Cremonese volley

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it testata giornalistica online, registrata nella sezione stampa del Tribunale di Milano con il n. 79 del 16 maggio 2024 (già registrato al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022) | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Editore: Associazione ARIMO 51, Sede legale Milano (MI) - Via Ponte Nuovo, 24 | CF: 97955970153 | email: oggisportnotizie[at]gmail.com
Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.